Quali sono i sintomi di un malfunzionamento della tiroide, a cui bisogna prestare attenzione?


Benvenuti al terzo appuntamento di Am.A.Ti Onlus con la rubrica: La Tiroide.
Oggi, conosceremo e risponderemo alla domanda: Quali sono i sintomi di un malfunzionamento della tiroide, a cui bisogna prestare attenzione?–> 🦋

I sintomi più comuni legati ad alterazioni dello stato fisiologico della tiroide sono:

perdita o aumento di peso eccessivo e repentino: gli ormoni tiroidei influenzano il metabolismo dei grassi e degli zuccheri, dunque disfunzioni a carico della ghiandola tiroidea possono avere un impatto sul peso corporeo. I soggetti ipertiroidei solitamente subiscono un calo di peso dovuto a un aumento dell’attività metabolica, mentre i soggetti ipotiroidei aumentano di peso a causa di un rallentamento del metabolismo e di una maggiore ritenzione di liquidi;
disturbi psico-intellettivi:sia nei casi di ipertiroidismo sia nei casi di ipotiroidismo, si possono verificare perdita della memoria, problemi di concentrazione, scarso rendimento scolastico, sbalzi di umore;
intolleranza al caldo o al freddo: livelli anomali dei due ormoni tiroidei influenzano la normale termoregolazione del nostro organismo. In generale, una maggiore sensibilità al freddo è frequente nell’ipotiroidismo, mentre una maggiore intolleranza al caldo è associata all’ipertiroidismo;
disturbi intestinali: nei soggetti ipotiroidei, a seconda della gravità della malattia, si può verificare una semplice rallentamento del transito intestinale o una vera e propria condizione di stitichezza. Nei soggetti ipertiroidei si ha un alvo più frequente fino alla diarrea e non di rado la sindrome del colon irritabile;
perdita di vitalità e stanchezza cronica: solitamente, quando i livelli ormonali tiroidei sono troppo scarsi ci si sente stanchi, poco attivi e privi di energia; al contrario, in caso di ormoni in eccesso si ha una irrequietezza di fondo;
alterazione del ciclo mestruale: condizioni di ipotiroidismo e ipertiroidismo possono determinare un’alterazione nei livelli degli ormoni coinvolti nella regolarità del ciclo mestruale e nell’ovulazione. In generale, le donne affette da ipotiroidismo presentano cicli mestruali brevi o addirittura carenti;le donne ipertiroidee, invece, potrebbero presentare cicli mestruali molto ravvicinati;
secchezza della pelle, dei capelli e fragilità delle unghie: in caso di ipotiroidismo la pelle può apparire secca e ruvida, i capelli si presentano fragili e spenti mentre le unghie subiscono un rallentamento della crescita; nei soggetti ipertiroidei, invece, la cute può presentarsi calda, liscia e incline a maggiore sudorazione.

N.B.:E’ necessario imparare a riconoscere i sintomi di un possibile disturbo tiroideo, discutendone con il proprio medico di fiducia o con uno specialista che valuterà le indagini diagnostiche più opportune.

⚠️ Le informazioni contenute nella rubrica settimanale “La Tiroide”, ideata dall’Associazone Am.A.Ti Onlus, sono destinate esclusivamente a scopi divulgativi. Tali informazioni, non hanno finalità di consulenza medica e non sostituiscono in nessun modo il parere del proprio medico curante. ⚠️

Vi diamo appuntamento alla prossima settimana!
Grazie a Tutti! 🦋


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.